FANDOM


Divinità Minore

L'Ultimo Immondo, L'Esiliato, Dio dei Traditori

  • Simbolo: Sconosciuto, probabilmente inesistente
  • Piano di origine: Nove Inferi di Baator
  • Allineamento: NM
  • Sfere di influenza: Ricchezza, Tradimento, Malvagità
  • Fedeli: Tiranti, Oscuri pianificatori, Devoti diabolici.
  • Allineamento dei chierici: LM, NM, CM
  • Domini: Male, Oscurità, Inganno, Distruzione
  • Arma preferita: "Tentacolo Infausto" (Stocco)


Noragh è un reietto, un abbietto traditore della propria stessa razza abissale. Un tempo era un arcidiavolo che riuscì ad ottenere una posizione di prestigio in seno ai Nove Signori degli Inferi, ma ciò iniziò a non bastargli più. In uno degli infiniti atti della Guerra Eterna fra diavoli e demoni, Noragh guidò un drappello in battaglia, adoperando astuti stratagemmi per uccidere uno dei nove signori. Infangando la regola secondo la quale, per evitare che scoppiassero guerre civili tra i diavoli, i troni degli Inferi dovevano essere equamente divisi in nove signori, Noragh reclamò il seggio del defunto ed il potere ad esso rubato, forte di un prezioso artefatto reperito su un piano sconosciuto. I signori degli inferi dovettero coalizzarsi ed attesero l'occasione più propizia: lo smarrimento del misterioso artefatto ad opera di un Arcidemone nemico. Noragh riuscì a sopravvivere unicamente perchè prese accordi con un Supremo Balor per un tradimento durante la Guerra Eterna, che portò ad una disfatta clamorosa dei diavoli. Approfittando del patto intercorso, Noragh passò dal lato dei demoni, macchiandosi ancor più di infamia. Non appena si scoprì che il suo voltafaccia non era solo dettato dalla sopravvivenza ma anche dal fatto che questa manovra gli consentì di avvicinarsi all'arcidemone che gli aveva rubato l'artefatto per poi ucciderlo, Noragh venne ricercato dai Signori dell'Abisso e da quelli degli Inferi. L'artefatto però gli consentì l'ascesa al grado divino e la sua fede si è diffusa in molti abbietti mortali, mentre è fortemente odiato sia dalla compagine diabolica che da quella demoniaca. Il nome di Noragh è pura eresia negli strati dell'Abisso cosi come una condanna in quelli di Baator. Ma la sua persona esiste ancora, da qualche parte negli universi, in attesa di reclamare il giusto seggio come signore incontrastato dei Nove Inferi. Un progetto che gli adoratori di Noragh definiscolo "Il Solo Inferno".

Dogma

  1. Il tradimento ti consente di spaziare lì dove le incapacità dei tuoi complici ti limitano.
  2. Sii pronto a perpetrarlo se esso incrementasse i tuoi obbiettivi e sii lesto ad apprendere da qualsiasi tradimento avito ai tuoi danni.
  3. Non rammentare che il giusto posto dei servitori di Noragh è "Il Solo Inferno".
  4. Adoperati acchè il Lord rinnegato si compiaccia del sangue da te versato, della menzogna con cui hai edificato la tua impeccabile opera di fede.
  5. Sii la legge agli occhi del diavolo ed il caos agli occhi del demone.
  6. Sii la menzogna ch'essi credono realtà e sarai il vero signore dei troni ch'essi occupano in tua vece.
  7. Quando il giorno del Solo Inferno segnerà l'avvento di Noragh, la sua prima alba sarà tinta del sangue dei suoi nemici.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale