FANDOM


Goldenaar.jpg

Goldenaar (antica Prinsvalia) è la capitale di Solaria. Fuori la città si trova la Vallata dell'Onore Sempiterno, il luogo dove si ritrovavano i cavalieri di Prinsvalia, adesso una lucente valle che contiene i sepolcri di alcuni tra i più grandi cavalieri, tra cui: Karl Phoenix, Shilmire Valiant, Glorian Dy'Nesin ed Atreus. Alcuni simulacri sembrano aver ceduto sotto il velo di pragmaticità che ha rivestito la limitrofa capitale, interrompendo la magia divina che dimorava tra le mura dei sepolcri, ma nessuno di essi è stato corrotto alla non-morte. Alla fine della valle c'è la chiesa abbandonata dove si radunavano i cavalieri della leggenda, ma nulla, se non un raggio di sole a squarciare il suo grigiore attraverso i colorati vetri di una finestra, resta a testimonianza del bene che un tempo dimorò in essa. Goldenaar è abitata dalla sottorazza umana dei Solarian, mentre a Solaria vivono sia Solarian che Desserak (Questi ultimi in gran parte vicino il deserto, a Lastar o ad Eltoran).

Templi di Goldenaar: Dei della Luce (Ilmater, Torm, Helm), Lathander.



ELTORAN Modifica

L'imponente catena montuosa delle vette Racken cancella la luce del sole da Eltoran per gran parte della giornata. Ma proprio all'ombra delle alte rocce che separano Drakmoria da Solaria, la contrada di Eltoran si erge come primo baluardo contro le ostilità delle aspre frontiere dell'ovest. Adagiata sulle sponde del fiume Lacrima, Eltoran è una contrada governata saggiamente da Artilius Von Caster, un tempo giovane rampollo di una delle tre famiglie di Drakenoor, divenuto poi fedele sostenitore delle virtù di Sipher Valiant, cavaliere di Prinsvalia.

Sotto la sua guida, Eltoran ha dato vita alla luce del coraggio, lì dove quella del sole gli era negata dai monti Racken. Ad Ovest della contrada, subito dopo le ridenti piane, risiede l'imbocco dell'aspra gola che conduce alle terre di Drakmoria, mentre lungo la ridente via ad est è possibile raggiungere la lucente capitale.

A nord della contrada vi è un piccolo lago di origini magiche, che separa Eltoran dalle sabbie eterne delle Polveri di Sabath'Vir, lo spietato deserto delle antiche civiltà Desserak.

A sud della contrada si trovano le assolate spiaggie di Eltoran, rinomate per la tranquillità che permea l'atmosfera. Nonostante la pace in cui versa la contrada in questi periodi, essa è stata distrutta e ricostruita per ben due volte, sia dopo l'invasione di Lord Shargath nella seconda era sia dopo il micidiale attacco da parte dei fratelli Zaibrash di Drakenoor.

Il coraggio dei suoi abitanti aleggia ancora nei loro occhi, e si crede che il valore di cui Prinsvalia si sia spogliata, diventando Goldenaar, si sia trasferito nei difensori di Eltoran. Grazie alla loro caparbietà, i mostri rigurgitati dal deserto ritornano polvere sotto le loro lame, mentre Drakmoria non dispone ancora di un'organizzazione tale da scalfire la prode difesa imbastita da Artiluis Von Caster.

Dato il suo rigetto per il pragmatismo del generale Sirianus, Artilius evita ogni contatto con Goldenaar, tranne per quanto riguarda l'aspetto commerciale. Eltoran è abitata in pari modo da Desserak e Solarian. Nonostante la sua posizione, Eltoran sembra capace di difendersi dalle mille asperità che la circondano.

I Personaggi Desserak e Solarian possono scegliere come propria città di inizio Eltoran.

Templi di Eltoran: Divinità gnomesche, Chauntea, Selune.



NEMESIA Modifica

Il mare di Corallo riflette le luci notturne di Nemesia, la città senza sonno. La cittadina si staglia sulle coste del mare ad est ed oltre i floridi boschi ad ovest. La sua posizione la rende particolarmente tranquilla, visto che essa è protetta dal vallo di Equilandria a Nord e dall'operosa Goldenaar a sud. Conosciutà come "città senza sonno", Nemesia vanta il più attivo centro commerciale di Elkantar, con botteghe aperte a qualsiasi ora del giorno e con sagre e feste meravigliose organizzate una volta l'anno. Si dice che persino i pirati, nemici dei traffici commerciali di Goldenaar ed Aequitalas, scambino le proprie merci con i mercanti di Nemesia, la cui fama li rende apprezzati in tutta Solaria ed Oltre.

La città senza sonno è comandata da Nimue Nylentar, una potente sacerdotessa di Waukeen. Si dice che Nimue sia stata benedetta dalla dea che l'ha scelta come sua eletta. Tutto ciò che si sa di Nimue è che la sua aura di fortuna sembra favorire lo sviluppo di Nemesia e che sotto la sua onesta ed oculata guida, la cittadina abbia prosperato, nonostante il concilio di mercanti fosse sempre discorde sulle decisioni inerenti la politica della città.

Il concilio mercantile è un organo di commercianti fondato da Nimue per far sì che il commercio si autogoverni nel migliore dei modi. Ogni mercante che abbia come minimo la proprietà di tre botteghe e che raggiunga una determinata reputazione a Solaria può far parte del concilio e votare nelle questioni più delicate. Nimue non ha finora mai interferito con le decisioni del concilio, occupandosi del profilo religioso della città. Nemesia è la più riparata città di Elkantar e ciò le ha consentito di dedicarsi completamente al commercio. E' abitata prevalentemente da Solarian, ma nei periodi di festa e di sagre vi si può trovare qualsiasi altra sottorazza umana.

Templi di Nemesia: Waukeen, Sune.



LASTAR Modifica

La favoleggiata e semi-sconosciuta cittadina di Lastar sorge sulla sommità di un baratro a picco sull'oceano del nord. Le sue magiche navi volanti consentono di recarsi nei posti più remoti di Larowin. SI dice che Lastar sia il ritrovo dei più ricercati mercanti extraplanari, ricolmi di meravigliosi oggetti magici introvabili in qualsiasi altro posto del continente. La strada per giungere a questa cittadina è un segreto ben mantenuto dai pochi Desserack ed ancor meno sono i Solarian che la conoscono. Si dice bisogni tagliare tutto il deserto delle Polveri di Sabath'Vir, per poi trovare un varco tra le alte vette dei monti a nord, oltre i quali riposano le tranquille dimore di Lastar. Data la sua posizione, la cittadina non ha mai subìto alcun attacco. Si crede sia stata edificata all'inizio della terza era, da un gruppo di visitatori extradimensionali. Lastar è una piccola cittadina abitata da extra-dimensionali, Desserack e Solarian. Arrivarci è un'impresa titanica, ma il suo mercato riserva oggetti di inesprimibile fattura, mentre la nave volante del suo porto può consentire il viaggio a luoghi creduti oramai perduti. Lastar appartiene geograficamente all'impero di Solaria. Non è possibile scegliere Lastar come città di partenza.



LUOGHI DI INTERESSE Modifica

BOSCO SMILEEN

Subito a Nord della Via Maestra che collega la contrada di Eltoran con Goldenaar si staglia il profilo della verde distesa arborea di Smileen. Per secoli gli abitanti di Solaria hanno discusso riguardo la magia che sembra agitare e proteggere le fronde di questo bosco. Esso in passato ha ospitato la potente ninfa Alisya, che con il suo sacrificio sbaragliò l'armata Zaibrash, respingendola oltre il vallo di Racken. Ma il bosco Smileen appare in molteplici occasioni nella storia di Elkantar. Esso è rinomato poichè al suo interno nasconde la leggendaria radura degli antichi Cavalieri di Prinsvalia, con i dieci pilastri del "Sentiero verso l'alba", il codice dei cavalieri, oramai perduto. Si dice che solo coloro che giungono alla radura potranno un giorno divenire cavalieri dell'antica Prinsvalia, chiamati "Figli della Fenice".




TORRE DI CORYNION

A sud di Goldenaar, una volta oltrepassate le verdi colline ad est, le praterie diradano dolcemente verso il mare, terminando con una stretta penisola alla cui sommità si trova la torre del rinomato stregone pazzo Corynion, un mezz'elfo con l'innata propensione allo studio di costrutti e trappole. Giungere vivi davanti a Corynion è difficile al pari di convincerlo a vendere parte della sua mercanzia. Tuttavia egli dispone di un insolito repertorio di oggetti magici. Ai piedi della sua torre si trova una piccola caverna, infestata da creature informi e disgustose, forse il frutto di un qualche suo esperimento fallito.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale