FANDOM


Le antiche leggende dei popoli mercenari di Drakmoria parlano di antichi misteri sepolti dalla malvagità dell'oscura nazione dei Murderon. A nord di Drakmoria e poi ad ovest, verso la Dorsale del Mondo, Elkantar accoglie le acque dell'Oceano oscuro gettando su di esse le ombre dell'imponente massiccio montuoso dei monti Sarbakh. Tra le vette inesplorate e selvagge di quei monti si celano orrende tribù di carnivori e qualche tana di potenti ed antiche creature. Il picco più elevato dei monti Sarbakh, il monte Malvaraak, è un antica montagna erosa dalla diligente e secolare opera di un nutrito clan nanico delle ere passate. Il clan Kivnaar, il secondo clan in ordine di importanza quando fu forgiata la mitica città. Tuttavia il suo operato in favore delle divinità demoniache attirò la profonda costernazione del panteon nanico ed in particolare di Moradin. Gli altri clan li scacciarono dalla propria patria e da allora i Kivnaar giurarono eterna vendetta ai cugini tozzi (che li definiscono "Gli sconsacrati" e li trattano alla stregua dei duergar). Si narra che il clan Kivnaar si estinse vari secoli orsono e che il suo ultimo membro, un nipote del capostipite Kayvin, si sia alleato con gli oscuri fratelli tiranni di Drakmoria nei periodi di grandezza dell'antico impero. Da secoli oramai il clan Kivnaar e la perduta patria di Ithrogaarde (in nanico "Giardino del fuoco") sono leggende sulla bocca di chi rammenta i secoli perduti e l'ombra dei nani rinnegati sulle terre di Elkantar. Incredibili ricchezze attendono gli scopritori di Ithrogaarde, ed ancora più richezza aspettano di essere reclamate da chi sconfiggerà qualsiasi cosa si sia impossessata dei suoi antichi tesori...

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale