FANDOM


-PROLOGO- Modifica

La risata del robusto pirata riecheggiò talmente forte nella taverna di Tempest che la musica venne sovrastata, il chiacchericcio e per qualche istante tutti si zittirono. La risata era carica di scherno, derisione e soprattutto di sarcasmo... L'uomo che l'aveva emessa era un certo John Carghan, detto "Cutlass" per la sua brutta abitudine di tirar fuori ogni volta quella dannata spada. Era finito in prigione almeno 5 volte, ed evaso da essa 4, ripescato dopo l'evasione 3 volte. Non era il massimo dell'ingegno ma era privo di scrupoli e non si faceva problemi a far prevalere la sua parola con una rissa o infilzando il proprio interlocutore. Davanti a lui, con i piedi appoggiati al tavolo e con un bicchiere di Grog in mano lo osserva un ragazzo molto bello, dai capelli scuri, lineamenti tipicamente Kraiden ma con occhi d'un marrone profondo ed intrigante, come i capelli lisci e ben pettinati: la barba appariva ben curata ed il volto privo di cicatrici.

-Tu hai battuto a Duello il Pescecane??!-

E di nuovo riprese a ridere, ma quel giovane rimase impassibile, accennando ad un mezzo sorriso guardandolo con aria innocente e arrogante, mentre sorseggiava la bevanda con un'eleganza che pareva estremamente naturale. Un paio di cameriere avevano cominciato a guardarlo sussurrando qualcosa per poi ridacchiare. Il ragazzo aveva strizzato loro l'occhio per poi replicare con una calma gelida a Cutlass.

-Eravamo entrambi ubriachi... Ma sì, lui mi ha sfidato ed io ho vinto-

Sorseggiò un altro po' di Grog per poi posarlo sul tavolo, alzandosi e guardando Cutlass dritto negli occhi. Il pirata era più alto del giovane, e spesso il doppio: i muscoli erano gonfi, probabilmente era un ottimo rematore e poteva ammainare le vele praticamente da solo con quelle braccia possenti.

-Sei un fottuto bugiardo, ed io ODIO i bugiardi... Arrr!!-

Ringhio Cutlass al ragazzo, che intanto si stava asciugando un piccolo rivolo di saliva che John si era lasciato scappare e che aveva raggiunto la guancia del giovane, che ora era abbastanza schifato.

-...Mi spiace che abbiate così poca fiducia, signor Carghan, ma non posso sicuramente obbligarvi a credermi-

Poi si girò osservando maliziosamente le cameriere che lo guardavano, sorridendo loro, per poi continuare con voce suadente.

-Ma a quanto pare qualcuno reclama altri miei... Racconti-

Una mano possente cercò di afferrare il suo braccio, ma rapidamente il ragazzo si liberò dalla presa come se niente fosse, facendo sgusciare via il braccio magro ma atletico. Cutlass era visibilmente irritato e aveva messo mano alla spada che gli aveva donato quel soprannome.

-Se hai battuto il Pescecane mentre eri ubriaco allora sarà uno scherzo battere me, vero?-

Lui non rispose, rimanendo con le spalle al suo avversario ma guardandolo con la coda dell'occhio. La sfida era partita e aveva smesso di sorridere e di guardare le ragazze: il silenzio era totale nella locanda, e venne spezzato non dal giovane, nè dal possente Cutlass, ma da Pitt "Gambadilegno", il quale abbaiò verso i due con la sua voce minacciosa.

-Gli "affari di spada" si discutono fuori dalla mia locanda!!!-

Gli altri avventori non parevano dello stesso parere di Gambadilegno, ma nessuno protestò. Francis Blake, il giovane che era davanti a Cutlass gli sorrise in modo decisamente strano, un modo che fece correre un pensiero nefasto nella mente del grosso Pirata, che per qualche istante pensò di lasciar perdere.

-Bene, andiamo fuori allora, signor Carghan-

Non gli diede il tempo di rispondere, poichè attraversata agilmente la stanza, si era catapultato fuori dalla locanda, seguito dai curiosi e dagli ubriachi, che già scommettevano su quanto sarebbe durato quel giovanotto contro Cutlass... Il quale sentendo quei discorsi gonfiò il petto, disse qualche aspra parola carica di disprezzo per l'avversario agli ammiratori, e tirata fuori la sua fedele spada, uscì rapido dalla locanda. Le ragazze arrossirono mentre Francis le intratteneva, aspettando il suo avversario, dicendo loro che avrebbe dedicato la sua vincita ai loro sottili e bellissimi lineamenti e che avrebbe fatto loro regine del suo immenso vascello,dove avrebbero solcato i mari ed avrebbero vissuto felici su un'isola fantastica. Le due ragazze cominciarono presto a battibeccare su quale delle due preferisse Francis, mentre lui ora si rivolgeva al suo avversario, lasciando cadere a terra il mantello. Come arma aveva un fine stocco, dalla fattura piuttosto pregiata e dall'aria decisamente poco letale. L'arma di Cutlass invece era appunto una spada corta e ricurva, arruginita e temprata da mille assalti: il fatto che fosse molto usata non ne diminuiva la pericolosità, ma la esaltava dando idea che i tagli che avrebbe provocato sarebbero stati estremamente dolorosi.

-Allora? Stai per morire ed ancora non hai detto a tutta questa gente come ti chiami?! Vuoi che il tuo ricordo sia perso come la tua testa?!-

Qualche lieve ghigno si dipinse sugli ammiratori di Cutlass mentre diceva quelle parole, tentando di provocare l'avversario. Francis sorrise, poi fece un'ampio gesto con lo stocco, mostrando la propria abilità ed inchinandosi galante al pubblico, parlando loro con voce sicura:

-Il mio nome è Francis Blake, il miglior spadaccino di tutta Elkantar. Se non avete sentito parlare di me è perchè pochi dei miei avversari sopravvivono, e quelli che sopravvivono si vergognano troppo di ammettere la loro sconfitta-

Concluse, per poi inchinarsi al suo avversario, sorridendogli mellifluo e provocandolo. Cutlass non fu freddo alle parole di Francis e gli si avventò contro con un grido, agitando la spada e tentando di mozzare di netto la testa di quel presuntuoso giovane con un colpo rapido e secco. Francis aveva fatto bene i suoi calcoli, e non si mosse di un passo, schivò lateralmente la spada, allontanandola con un lieve colpetto di stocco, che fece perdere in parte l'equilibrio al suo avversario... Rispose rapido all'attacco, infilando la punta della lama nella cotta di maglia dell'avversario, per poi ritirarla subito: aveva aperto per primo una ferita, poco profonda, all'altezza della coscia dell'uomo, che urlò per il dolore. A quel punto Francis indietreggiò con grazia di due passi, come se stesse ballando. Ciò fece ridere i presenti, poichè cominciò a battere i piedi per terra, dando ritmo... Le ragazze lanciarono un piccolo urlo d'ammirazione, e poi cominciarono a battere le mani scandendo un tempo di danza. Furono presto imitate da altri... Cutlass era confuso, poichè il suo avversario aveva cominciato a saltellargli attorno, sorridendogli ed inchinandosi di tanto in tanto. Quelle provocazioni ebbero l'effetto di farlo attaccare di nuovo con furia cieca, cosa che Francis sfruttò per parare, ed affondare di nuovo. Dopo soli due minuti, Francis era privo di qualunque taglio e non aveva neanche il fiatone, mentre il suo avversario era una maschera di sudore, il corpo colpito in più punti con colpi abili e veloci: non si riusciva quasi più a muovere.

-Basta! Basta così!-

Disse ad un certo punto, con grande sorpresa degli ammiratori. Cutlass sorrise al suo avversario, e tese la mano. Francis gli sorrise: alla fine la maggior parte dei suoi piccoli duelli finiva così: abbassò lo stocco e fece per stringere la mano del suo avversario, ma questi si avventò di nuovo su di lui, cercando di tagliarne la testa: Francis rapido si abbassò ed alzo lo stocco. Fu un attimo: il Cutlass cadde di mano al suo proprietario. Quegli attimi parvero interminabili e gli occhi del grosso pirata si spegnevano, fissando quelli di Francis, mentre a mezza voce mormorava maledizioni incomprensibili. John si era lanciato contro lo stocco del suo avversario, trapassandosi da parte a parte all'altezza dello stomaco.

-Francis J. Blake! Sei in arresto per omicidio!!-

L'urlo delle guardie arrivò inaspettato: erano tra il pubblico e lo guardavano!! Non aspettavano altro ed erano almeno mezza dozzina. Francis gettò lo stocco insanguinato a terra, e allungò i polsi sporcati dal grosso pirata che ora giaceva a terra in una pozza di sangue.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale